Museo-della-ceramica-

Museo della ceramica – Fornace Santangelo

Appartenuta alla famiglia Santangelo, la struttura, in dialetto locale “Stazzuni “, fu utilizzata, per la produzione di laterizi (tegole, coppi, mattoni,grondaie etc.) e manufatti in argilla, come pentole, piatti ed i fiaschi, cosiddetti ciaschi, per i quali Salemi era rinomata in tutta la Valle del Belìce. La fornace conserva ancora la sua struttura originaria, procedendo dal basso verso l’alto, si trova: il vano interrato di alimentazione, arsu, che da accesso al focolare, vanufocu, a pianta circolare e tetto a volta, separato dalla camera di combustione, furnu, da un piano forato, ddammusu. Infine, la cappa, cubbulina, terminante con la canna fumaria, ciminia. Attiguo alla fornace, vi è unmagazzino con il locale, pagliaia, dove il ceramista plasmava la ceramica ed alimentava il forno. Oggi, la fornace, è gestita dal Gruppo archeologico Xaipe ed ospita all’interno i prodotti della fornace.


Via Largo Stovigliai n 1 – 91018 Salemi (TP)

T 3386432177

M info@xaipe.it

Orari di apertura:

Tutti i giorni 09:00 – 13:00 / 16:00 – 19:30
Ingresso libero, con prenotazione


Condividiamo l’arte