ITINERARY in BELIZE'S HISTORY a location in Valle del Belice

ITINERARIO NELLA STORIA DEL BELICE Un percorso nella Valle del Belìce

ITINERARY in BELIZE'S HISTORY a location in Valle del Belice

ITINERARIO NELLA STORIA DEL BELICE
Un percorso nella Valle del Belìce
ITINERARIO NELLA STORIA DEL BELICE Un percorso nella Valle del Belìce
Programma

Sunday 22 November 2015
h 9.00 – Poggioreale (City)

h 9.00 Poggioreale – Raduno e registrazione partecipanti
Piazza Elimo

h 9.30 Poggioreale Antica
Palazzo Agosta e Bevaio Cannoli
in collaborazione con Ass. Cul. Poggioreale Antica
Fiscalittatedi Fabrizio Tritico

h 11.30 Ruderi di Gibellina – Cretto di Burri
ProiezioneBelìce: la Valle del Cinema
Ex Chiesa di Santa Caterina

h 13.30 Santa Ninfa – Pranzo
Sagra della Pecora del Belìce – Gusta la Pecora
Piazza Libertà

h 16.00 Gibellina – Visite museali guidate
Fondazione Orestiadi – il Granaio
Belìce/EpiCentro della Memoria Viva – la Storia della Valle del Belìce
Canti e storie del Belìcedi Fabrizio Tritico

h 18.30 Saluti e rientro dei partecipanti

L’itinerario si svolgerà con mezzi propri in carovana.
Si consiglia di indossare indumenti pratici e scarpe comode.

Quota di partecipazione
Il costo dell’itinerario è pari a 6,00€.
La quota comprende biglietti museali, brochure e materiale informativo.
La quota non comprende il pranzo e tutto quanto non espressamente citato sopra.

Prenotazione
Prenotazione necessaria entro il 20/11/2015 ai contatti sotto riportati.
Numero massimo partecipanti: 50

Informazioni
Belìce/EpiCentro della Memoria Viva_CRESM
viale Empedocle, 5/A e 7/A
tel. 0924 69 000
referenti: Maria Scavuzzo 3396913416, Giulia Scalia 3897972795, Dario Bua 329 9498546
info@epicentrobelice.net
www.epicentronbelice.net

Come raggiungere Poggioreale

da Palermo:
Viale Regione Siciliana nord/ovest
SS 624 dir. Sciacca
uscita Poggioreale.

da Trapani:
Scorrimento Villa Rosina direzione Palermo
A/29 dir. Alcamo
E90 dir. Gallitello
Sp46 – SP9 – SS624 dir. Sciacca
uscita Poggioreale.

da¬ Mazara del Vallo:
E90 dir. Castelvetrano
SS115 dir. Menfi
SP41 – SS624 dir. Palermo
uscita Poggioreale.

organizzazione e coordinamento
Belìce/EpiCentro della Memoria Viva_CRESM
con il sostegno di
Gal Elimos
partner
Museum Network and the Natural Belicina, UNPLI TRAPANI, Foundation Orestiadi, Ass. Poggioreale Antica, Comitato EXPO Selinunte Valle del Belìce
con il patrocinio di
Comune di Poggioreale, Comune di Santa Ninfa, Comune di Gibellina

Belìce/EpiCentro della Memoria Viva_CRESM è lieto di presentare l’Itinerario nella storia del Belìce, iniziativa proposta dal GAL Elimos, all’interno della più ampia programmazione delSole d’Autunno nella Valle del Belìce – festival degli itinerari, stili di vita e prodotti a km/0”, .
È un percorso storico-culturale attraverso alcuni luoghi nevralgici della Valle del Belìce, luoghi che hanno reagito in maniera sempre diversa in seguito al devastante terremoto del ‘68.
Il cambiamento radicale e profondo che ha stravolto la storia della Valle del Belìce ha sì lasciato traccia indelebile del suo passaggio ma ha anche dato spinta, vigore ed energia ad uno sviluppo corale e partecipato sulla linea della realizzazione di un’identitàaltrache continua ancora oggi a portarsi avanti.
Racconteremo quindi due facce della stessa valle visitando due città tra le più emblematiche del Belìce, Poggioreale e Gibellina, that, ricostruite a distanza dai vecchi siti, esprimono due maniere analoghe e al contempo opposte di reagire a una ferita ancora aperta.
Come da programma il percorso prevede prima la tappa a Poggioreale Antica per ammirare la ghost town e i recenti restauri e poi il sudario del Cretto di Burri, la più vasta opera di land art europea, per immergersi nella storia del sisma partendo dai luoghi, e scoprire in seguito una valle che ha saputo risollevarsi con le proprie forze, nonostante le difficoltà, attraverso la partecipazione collettiva, il lavoro e la valorizzazione di risorse proprie del territorio.
Infatti all’ora di pranzo è prevista la tappa a Santa Ninfa durante la Sagra della Pecora del Belìce dove sarà possibile conoscere la maggior parte dei prodotti tipici del territorio a km/0, di chiara tradizione artigianale locale, e gustarli in compagnia in piazza ma anche portarli a casa.
Dopo aver soddisfatto il palato ci dedicheremo all’arte passando a Gibellina nuova al Baglio di Stefano, sede della Fondazioni Orestiadi, per ammirare le opere d’arte contemporanea custodite all’interno del granaio e anche alla memoria storica condivisa del museo Belìce/EpiCentro della Memoria Viva_CRESM in cui sarà possibile approfondire i temi storici corredati dalle testimonianze multimediali che lo spazio ha raccolto e prodotto nel tempo.
Partecipare all’itinerario quindi significa passare una domenica piacevole immergendosi nella storia e nei paesaggi della Valle del Belìce e anche contribuire al suo sviluppo certi del fatto che l’esperienza sarà capace di emozionare.